Cosa chiedono i professionisti.

Leggi le faq dei Professionisti che aderiscono a Psicoterapia Aperta.

Se non trovi risposta al tuo dubbio leggendo tra le FAQ – Domande Frequenti – che trovi di seguito, puoi inviarci una email.
Quali titoli e condizioni occorrono per aderire alla rete Psicoterapia Aperta?

Come indicato nella nostra Carta di Intenti, servono:

  • iscrizione all’Ordine Regionale;
  • iscrizione all’ENPAP;
  • nessun procedimento deontologico in corso;
  • almeno 5 pazienti/clienti in carico al momento dell’adesione.
L'adesione alla rete Psicoterapia Aperta ha un costo?

Per più di 3 anni Psicoterapia Aperta ha offerto gratuitamente il proprio portale al servizio dei cittadini e dei colleghi che volevano farne parte. Ma col passare del tempo e con la crescita dell’associazione i costi di mantenimento sono diventati insostenibili; perciò, a sostegno del nostro progetto, chiediamo una cifra simbolica di 10€ l’anno ai professionisti che vogliono far parte della rete Psicoterapia Aperta.

E’ possibile donare anche di più in fase di iscrizione, se lo si desidera, così come è possibile fare donazioni senza iscriversi al portale.
Tutti gli introiti saranno reinvestiti nelle spese di gestione e implementazione di questo portale. Se desideri avere maggiori informazioni su come usiamo il portale clicca qui.

Sono già iscritto al portale, come faccio a pagare i 10€ della quota annuale?

Se hai creato un account in precedenza e desideri rimanere iscritto con la nuova modalità, hai 2 possibilità:

  • Cliccare qui e seguire la normale procedura, anche se hai già un account, come spiegato nel punto successivo
  • Andare nel menù, alla voce “sei psicoterapeuta o psicologo? Iscriviti” e seguire la normale procedura con l’unica differenza che in fase di inserimento dei dati potrai fare il login per recuperare i dati del tuo account esistente

Il tuo account rimarra invariato ma risulterai regolarmente iscritto con la nuova modalità.
Da marzo, chi non avrà effettuato questa procedura non risulterà più visibile sul portale, ma avrà ancora l’account per cui potrà accedere ed effettuare l’iscrizione, tornando di nuovo visibile.

Posso aderire anche se sono Psicologo e non Psicoterapeuta?
Certo, sarai aggiunto alla sezione “altri servizi psicologici” e dovrai specificare in quali di essi operi.
Posso aderire alla rete Psicoterapia Aperta anche se sono già saturo di psicoterapie ed interventi low cost?
Certo, non solo è possibile aderire alla rete Psicoterapia Aperta se si è già pieni, ma opportuno, in quanto questa iniziativa serve anche a censire il lavoro a tariffe sociali dei colleghi sul territorio nazionale e a fornire dati certi e stime attendibili agli organi istituzionali e di stampa circa l’entità del fenomeno. Inoltre, è sempre possibile segnalare la propria disponibilità, in modo tale da consentire l’accesso ad un nuovo paziente, ogni qual volta tu accendessi la tua disponibilità ad offrire il servizio.
Come faccio a segnalare la mia disponibilità oraria a tariffe low cost, eventuali cambiamenti o se non fossi disponibile al momento?
Puoi impostare la tua disponibilità facendo la login dalla tua pagina personale, segnalando innanzitutto il numero di psicoterapie attive, cioè il numero di pazienti che segui attualmente (poltroncine rosse o verdi). Di default il sistema calcolerà il numero massimo di psicoterapie a tariffe calmierate che potrai offrire sul portale. Quello che vedranno gli utenti visitando la tua pagina dedicata su Psicoterapia Aperta sarà il numero di disponibilità per le psicoterapie a tariffe calmierate.
Questo portale serve anche a promuovere la propria attività professionale per pazienti/clienti a tariffa piena?
Assolutamente no, non è questo lo spirito del progetto. Psicoterapia Aperta non è una vetrina di autropromozione e non è stata pensata per quello. Comparire sulla rete Psicoterapia Aperta serve soprattutto a dare visibilità agli interventi in regime tariffario low cost. Chiunque può però trovarci sul portale, ma solo i pazienti/clienti meno abbienti possono accedere alla disponibilità oraria alle tariffe calmierate.
Come faccio a sincerarmi che il paziente/cliente sia effettivamente non in grado di pagare a tariffa piena?
La rete Psicoterapia Aperta non risponde di tale verifica e non consiglia di utilizzare documentazioni a riguardo (tipo ISEE); ci limitiamo ad aprire un canale di contatto tra una certa disponibilità di tariffe sociali del settore privato e fasce di richiedenti per cittadini meno abbienti. Esiste quindi la possibilità che si fornisca una prestazione a tariffa ridotta a persone mendaci, anche se l’esperienza insegna che in un rapporto fortemente fiduciario come quello tra psicologo e paziente/cliente questa eventualità è davvero assai rara. Come già avviene da sempre in questi casi, ci affidiamo alla capacità del singolo professionista di utilizzare gli strumenti del colloquio clinico e l’esplorazione delle aree socio-economico-familiari del paziente/cliente con particolare attenzione e scrupolo già in prima seduta.
Posso ricevere pazienti a tariffa low cost più numerosi di quelli indicati dal vostro regolamento?

L’adesione alla rete Psicoterapia Aperta comporta l’attenta lettura e l’adesione alla sua Carta di Intenti e quindi anche alle proporzioni di orario a tariffa sociale lì indicate. Se si vuole comparire su questo portale, non è possibile incrementare tale, limitata, disponibilità. La rete Psicoterapia Aperta non intende in alcun modo promuovere la concorrenza sleale né svendere la professionalità degli psicologi. Inoltre questa iniziativa non è un modo per procacciarsi clienti, ma è piuttosto l’occasione per i pazienti meno abbienti di aumentare la possibilità di accesso ai servizi psicologici. L’eventuale segnalazione da parte dei pazienti e l’accertamento di irregolarità comporta l’immediata cancellazione dal nostro portale.

Posso scegliere la possibilità di offrire più di una tariffa low cost?

Psicoterapia Aperta è stata concepita per mettere in collegamento, gratuitamente e anonimamente, la domanda di benessere e cura da parte di chi non è in grado di sostenere tariffe di mercato e l’offerta corrispondente. I percorsi di Psicoterapia sono 3, ognuno dei quali prevede 4 fasce tariffe:

  • Incontri individuali: 25€, 30€, 35€, 40€
  • Gruppi: 15€, 20€, 25€, 30€
  • Coppia e Famiglia: 40€, 45€, 50€, 60€

Ogni professionista che aderisce alla rete può rendersi disponibile per una, due, tre o tutte e quattro le tariffe. Se quelle disponibili fossero più di una, in sede di colloquio sarà possibile concordare quale sia la più consona per terapeuta e paziente.

Posso cancellarmi dal portale Psicoterapia Aperta?

Aderire al portale è un gesto spontaneo, quindi avrai sempre la libertà di cancellarti e in maniera molto semplice, nell’apposita area sul tuo profilo personale, oppure inviando una mail a supporto@psicoterapia-aperta.it

Come mi regolo se un paziente accolto in regime tariffario low cost non è più in grado di pagare l'onorario pattuito o se la sua condizione economica migliora nel tempo?
La rinegoziazione con il paziente divenuto insolvente nel corso del lavoro psicologico attiene alle valutazioni (cliniche, deontologiche e relative alla sostenibilità) che avvengono per ogni singola situazione. Non ci addentriamo quindi in risposte generali e assolute. Ci limitiamo a consigliarti, in linea di principio, di preservare quanto più possibile il lavoro svolto e la sua continuità.
Come posso comunicare ai miei pazienti che esistono altri pazienti che pagano tariffe più basse? Questo non creerebbe problemi?
Questo quesito in realtà concernerebbe un aspetto puramente tecnico e formativo dello psicoterapeuta. La frequenza con cui ci è stato fin qui posto lo colloca in questa sezione. In realtà qualora un paziente dovesse chiedere conto delle tariffe differenziate è possibile rispondere dicendo né più e né meno la verità comunicando trasparentemente che è nostra comune prassi commisurare le tariffe in relazione alle possibilità del singolo paziente all’interno di un range di sostenibilità per noi. Nell’esperienza di chi opera usualmente tariffe differenziate e premessa questa trasparenza, generalmente ciò viene perfettamente compreso e approvato e non si creano problemi con i pazienti e non si realizza alcuna corsa al ribasso per le tariffe piene.
Quali informazioni private e sensibili del professionista conserva questo portale?

Il nostro portale contiene esclusivamente informazioni di natura professionale e pubblica. Numero di telefono, indirizzo dello studio e altri dati sensibili sono riferiti esclusivamente all’attività professionale. È responsabilità del professionista diffondere pubblicamente il proprio curriculum vitae contenente propri dai sensibili o scegliere di sostituirlo con una presentazione più breve priva di informazioni personali.

Quali tracce delle comunicazioni private tra cittadino richiedente e professionista conserva questo portale?

Il cittadino che intenda contattare il professionista può farlo anche senza utilizzare il portale se non per raccogliere le informazioni di contatto, oppure cliccando sull’apposito form di contatto presente in ogni scheda.

In quel caso Psicoterapia Aperta conserva esclusivamente i flussi numerici di contatto per poter svolgere ricerca quantitativa sulla domanda di cura e non rileva e conserva alcuna comunicazione privata tra cittadino e professionista.

Ho due studi dove ricevo, posso registrarli entrambi o devo per forza registrarne uno?
È possibile registrare due studi effettuando una seconda registrazione in cui compare l’indirizzo del secondo studio.
Fare tariffe sociali mi esime dall’emettere fattura?
Assolutamente no. Non emettere fattura, per qualunque tariffa, è un illecito e Psicoterapia Aperta non ammette deroghe di alcun tipo, né comportamenti illegali. Eventuali segnalazioni di pazienti (purtroppo già avvenute) comportano l’immediata cancellazione del professionista.
Posso organizzarmi con altri colleghi a me prossimi iscritti al portale per eventuali collaborazioni o invii?
Certo, Psicoterapia Aperta promuove lo scambio e la collaborazione professionale nella stessa città, provincia o regione, per allargare e ottimizzare il lavoro per una platea più ampia possibile di cittadini.
Posso segnalare sul mio curriculum, sul mio biglietto da visita, sul mio sito, sulla mia targa, la partecipazione alla rete Psicoterapia Aperta?

Ovviamente sì.

Puoi scrivere: questo studio fa parte della rete Psicoterapia Aperta e promuove l’accesso a tariffe sociali.